Skip to content

Profilo professionale

19 giugno 2010

Qui si parla di profilo professionale personale. E’ un argomento al quale mi capita di pensare da quando ho compilato i vari campi del mio profilo su LinkedIn e non ho trovato una soddisfacente descrizione che mi qualificasse.

Così ho ripreso a fare quello che facevo tempo addietro, quando cercavo tra i vari annunci di lavoro quali sono le caratteristiche ricercate dal mercato relativamente ad una figura professionale tipo che fosse anche soddisfacente per quanto riguarda il dominio applicativo di mio interesse.

Una volta identificate tali caratteristiche passavo a studiare e sperimentare linguaggi, ambienti di sviluppo, middleware, database che mi consentissero di avere quelle competenze basate su un minimo di esperienza.

Il profilo di Senior Software Developer è alquanto generico e quando è associato a Senior Software Consultant può denotare un’esperienza in una moltitudine di domini applicativi che non sempre sono stati tra quelli preferiti dal sottoscritto. Inoltre si può arrivare a sapere un po’ di tutto senza essere specializzati in niente di particolare (sempre dal punto di vista del dominio applicativo).

Prendo spunto da un articolo di Daniel Tenner intitolato “How to recognise a good programmer” per cercare di capire quali sono le caratteristiche salienti che vengono prese in considerazione in fase di recruiting.

Ne vengono indicate sei più una serie di indicatori che secondo l’autore possono guidare la valutazione di una persona soprattutto da parte di “business guys”.

#1 : Passion

I believe that good developers are always passionate about programming. Good developers would do some programming even if they weren’t being paid for it.

#2 : Self-teaching and love of learning

A good programmer doesn’t need a training course to learn a new technology.

#3 : Intelligence

The cliché of the programmer who’s incapable of having a conversation is just that – a cliché.

#4 : Hidden experience

A good question to ask a potential “good programmer” in an interview would be “can you tell me about a personal project – even or especially one that’s completely irrelevant – that you did in your spare time, and that’s not on your CV?”.

#5 : Variety of technologies

Learning a new technology is one of the most fun things a programmer with any passion can do. So they’ll do it all the time, and accumulate a portfolio of things they’ve “played around with”.

#6 : Formal qualifications

This is more a of non-indicator than a counter-indicator. The key point to outline here is that formal qualifications don’t mean squat when you’re trying to recognise a good programmer.

Queste sono caratteristiche che personalmente considero “naturali” in chi trae soddisfazione dalla programmazione. Caratteristiche che si erano affievolite in me negli ultimi anni e che ho ripreso ad alimentare da alcuni mesi a questa parte, perchè fondamentalmente per me la programmazione rimane sempre un piacere.

Come note-to-self trascrivo due offerte di lavoro tra quelle ricercate da Automattic che ritengo molto interessanti soprattutto per il dominio applicativo.

La prima è relativa allo sviluppo per mobile devices:

Mobile Engineer

Take WordPress and other Automattic projects to the small screen by developing Open Source mobile products for multiple mobile platforms. Work on apps for Android, Pre, Windows Mobile, BlackBerry, iPhone, and other platforms using such interfaces like our XML-RPC API. The kind of person we are looking for would have:

  • Strong programming skills in multiple languages including Cocoa and Java.
  • Experience in developing and launching a popular mobile application.
  • Familiarity with the iTunes App store process.
  • Passion for blogging and a deep understanding of WordPress and the XML-RPC API.
  • Solid writing and communication skills.
  • Good product instincts and user experience chops.
  • Open Source project experience.

La seconda si riferisce allo sviluppo server side:

Code Wrangler

As a developer here you’re responsible for Making Stuff Go. The job is tough to describe because it’s so broad, but historically it has included new product development from conception to implementation, high-volume and high-concurrency programming, and a MacGyver-like dedication to squashing bugs. Here are some skills that will come in handy:

  • A strong understanding of the Web including HTTP, clean URIs, HTML, and CSS.
  • Proficiency with scripting languages, particularly PHP. Low-level language experience a plus, but not required.
  • Experience running and developing on Open Source platforms like Linux.
  • The ability to iterate and ship ideas quickly, with loose (at best) direction.
  • Knowledge of typography and design basics, the ability to create simple and usable interfaces.
  • Must be comfortable with customer-facing roles including support and documentation.
  • Knowledge of how, and when, to optimize PHP and SQL.

In entrambe i casi si tratta di sviluppare per WordPress e per gli altri prodotti curati da Automattic.

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: